Le attività sono realizzate in collaborazione con le Condotte Slow Food dell’Irpinia Colline dell’Ufita e Taurasi, Taburno e Vulture  

 

  1. LABORATORI DEL GUSTO

I Laboratori del Gusto, hanno come perno centrale la valorizzazione dei prodotti di eccellenza dei nostri territori (coinvolgendo anche i produttori che ogni giorno lavorano tutelando e valorizzando i nostri luoghi).

Il Laboratorio del Gusto è la formula, inaugurata da Slow Food al Vinitaly di Verona del 1994  ideata per realizzare il progetto di Educazione del Gusto, obiettivo-chiave del movimento.

Si tratta di degustazioni speciali guidate da esperti del settore enogastronomico e dell’Associazione coadiuvati in base alla specifica proposta da valenti produttori o anche da  cuochi e selezionatori, nella fattispecie i temi pensati per la Fiera Nazionale SUD con GUSTO di Ariano Irpino riguarderebbero:

Birre artigianali Irpine, formaggi e salumi d’Altura del Vulture, del Taburno e dell’Irpinia, vini caratterizzanti l’Appennino campano e lucano e l’olio extravergine d’oliva di Ravece della Valle dell’Ufita.

I Laboratori del Gusto si terranno tutti i giorni a partire da venerdì dalle ore 12.00 fino alla domenica alle ore 19.30. Il programma  dei Laboratori è così strutturato:

 

ore 12.00

ore 16.00

ore 17.30

0re 19.30

 Venerdì

20 aprile

 Il Fermento di Monte Verde. Dall’orzo Irpino nasce una nuova birra artigianale  Formaggi e

Mieli d’Irpinia.

Un itinerario con gusto nella tradizione Irpina

 Il Presidio Slow Food del Broccolo Aprilatico  di Paternopoli.

Un alimento della Dieta Mediterranea in degustazione con il Fiano di Avellino e il Greco di Tufo

 Bianchi diVini.

Coda di Volpe, Falanghina, Fiano di Avellino e Greco di Tufo in abbinamento a formaggi freschi d’Altura dell’Appennino CampanoLucano

Sabato21 aprile  Formaggi e

Mieli d’Irpinia.

Un itinerario con gusto nella tradizione Irpina

 ll Taurasi di Bosco Faiano, un CRU della Valle del Calore

Degustazione delle annate 2000 / 2001 / 2003

 I profumi della Ravece.

La monocultivar d’oliva della Valle dell’Ufita

 L’Aglianico incontra i grandi vini d’Italia.

Barolo, Chianti Classico, Primitivo di Manduria

 Domenica

22 aprile

 I salumi d’Altura dell’Appennino CampanoLucano.

Pani e salami del Taburno, Irpinia e Vulture. Un percorso sensoriale di cultura e tradizione gastronomica

 Il Fermento di Monte Verde. Dall’Orzo Irpino nasce una nuova birra artigianale.  Formaggi e

Mieli d’Irpinia.

Un itinerario con gusto nella tradizione Irpina

 MondAglianico.

Tre Aglianici a confronto: Taburno, Irpinia e Vulture. Declinazioni dallo stesso vitigno

I Laboratori del Gusto sono gratuiti con prenotazione obbligatoria per un  massimo di 30 persone.

  1. ENOTECAGLIANICO

Spazio in cui si darà grande risalto al vitigno autoctono dell’area interna della Campania e della Lucania. Si degusteranno i diversi Aglianici dei diversi territori e nelle sue diverse declinazioni. Si darà grande risalto alla Biodiversità del territorio campano e lucano. L’Aglianico dunque, con le sue memorie storico-culturali, il legame con il territorio e con i paesaggi che contribuisce a plasmare, costituisce a pieno titolo il “file rouge” che lega le aree interne dell’Appennino meridionale, e può addirittura rappresentare, in accordo con le attuali e prevedibili tendenze di riscoperta dei fattori identitari, anche e soprattutto sotto il profilo turistico, la chiave di lettura di un’ampia porzione del territorio meridionale, attraverso la quale interpretare alcune caratteristiche peculiari del nostro carattere nazionale.

L’Enoteca sarà aperta tutti i giorni all’interno della Fiera dalle ore 11.30 fino alle 20.00.

Sabato, 21 aprile

dalle ore 19.30 funzionerà il Wine Bar con musica dal vivo di Sir Patrik per una serata speciale all’insegna della convivialità e del buon bere.

                       5 €  tre degustazioni con bicchiere  e sacca

  1. 3.     SUD con GUSTO a TAVOLA. Cucine Aperte

I maestri della cucina di territorio incontrano l’olio d’oliva extravergine e i grandi vini del Taburno, dell’Irpinia e del Vulture.  La serata promuoverà un cibo buono, pulito e giusto e rafforzerà il legame tra le comunità Appenniniche del SUD, convinti che una vera rivoluzione alimentare globale parte da radici locali. Un grande evento culturale che avrà come protagonisti il mondo della produzione olivicola ed enologica d’eccellenza e le mani sapienti di cuochi dell’Irpinia, del Taburno e del Vulture, che alternandosi alla cottura dei prodotti di territorio, testimonieranno la loro grande qualità.

                                   Venerdì, 20 aprile

dalle ore 20.00 – Spazio Food all’interno della Fiera

                                                           Aperitivo Sud con Gusto, con bollicine Irpine e Finger Food

Ristorante Incontro – Ariano Irpino

dalle ore 21.00 – Sala Bordeaux, Ristorante Incontro, Ariano irpino

Apribocca e piatto di Benvenuto

Carciofo a bassa temperatura con gelato di caciocavallo  e limone e soppressata di Calitri

Ristorante Villa Assunta – Mirabella Eclano, Irpinia

Antipasto

Baccalà con peperoni all’aceto, olive e olio extravergine d’oliva di Ravece

Trattoria Valleverde – Atripalda, Irpinia

Zuppa

Fagioli quarantini con verdure infornate con pane e pomodorini al Piennolo

Osteria La Pergola – Gesualdo, Irpinia

Primo

Pappardelle alla genovese con verdure

Ristorante La Pignata – Ariano Irpino, Irpinia

Primo

Pettole impastate all’Aglianico e lardiate, con scaglie di pecorino stravecchio del taburno ed erbe di campo all’olio di Ortice

Ristorante La Pignata – Benevento

Secondo

Mille foglie di maialetto nero con misticanza campestre, nuvola di cipolle in tempura e ridotto di Aglianico

Ristorante Tipicamente –  San Fele, Vulture

Pre Dessert

Gelato al Ravece

Ristorante Villa Assunta – Mirabella Eclano, Irpinia

Dessert

Pastiera con Cesto di Croccante di nocciole

Trattoria Di Pietro – Melito Irpino, Irpinia

 

Durante la serata:

. banco d’assaggio olio extravergine d’oliva di aziende del territorio del Taburno, Irpinia e Vulture;

.- abbinamento con i vini della Cantina Nifo Serrapochiello, Cantina Montesole di Montefusco, Struzziero di Venticano, cantine Terre dei Re

Costo della serata 42 € con prenotazione obbligatoria

  1. 4.     LABORATORI PER LE SCUOLE

MANI IN PASTA!

Si gioca a fare il pane insieme ad un maestro panificatore.

Il pane, sintesi dell’identità dei luoghi, del lavoro dei campi, della sapienza artigiana, del commercio, dei gusti, dei simboli e delle credenze. Un affascinante viaggio nella storia e nella geografia del pane, l’alimento principe della nostra tavola in tutte le sue declinazioni.

I giovani alunni delle scuole del territorio, si avvicineranno in maniera giocosa al tema della consapevolezza di ciò che portiamo sulle nostre tavole. Fare il pane è come immergere le mani nel mistero stesso della vita e delle sue diverse espressioni culturali, viste le infinite varianti esistenti. Con i laboratori si impara, si impasta, ci si diverte e si scoprono o riscoprono alcuni segreti direttamente dalla voce di maestri panificatori.

A cura della Comunità del Cibo di Terra Madre Campania della Valle del Miscano

PICCOLI CUOCHI CRESCONO

L’alimento che ci rende orgogliosi di essere italiani è sicuramente la pasta, da sempre simbolo del Made in Italy. Il successo della pasta è dato sicuramente dalla sua bontà, inoltre è uno degli alimenti migliori al mondo dal punto di vista organolettico: è sana, digeribile e adatta a tutti; è pratica in fatto di preparazione e conservazione, sostenibile per l’ambiente (il classico packaging della pasta permette un recupero al 100% dei materiali di imballaggio). Un laboratorio dove i provetti chef potranno riscoprire quelli che sono i principi di una sana e corretta alimentazione. Tra gioco e didattica, per creare attraverso la manipolazione semplici primi piatti e diventare provetti chef per un giorno.

A cura dello chef Teresa Riccio, Osteria d’Italia Chiocciola Slow Food

BREVE CORSO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

Nei paesi industrializzati  abitudini sbagliate hanno portato all’aumento e alla comparsa sempre più precoce di malattie tipiche dell’età moderna come obesità, diabete e disturbi del comportamento alimentare. Per correggere questa tendenza bisognerà indirizzare correttamente le scelte alimentari del bambino e della famiglia. E’ in età scolare che si impostano e consolidano le abitudini alimentari del bambino. Con questi brevi corsi si vuole dare un piccolo contributo allo sviluppo di uno stile salutare che stimoli nel bambino una coscienza alimentare autonoma orientata verso scelte nutrizionali corrette e al miglior utilizzo delle risorse alimentari del pianeta.

Per contatti e prenotazioni: 380.9019050, 347.3702893, 333.2187907, 320.9764595.

Per informazioni: 0825.828550 – www.fiereecongressi.euwww.condottaufitataurasi.itwww.irpiniaturismo.it – slowfoodtaburno.wordpress – http://www.percorsidivino.it

Annunci